Muda Mura Muri

article.image.alt

Nell’ambito del Toyota Production System ci sono tre concetti importanti, strettamente collegati tra loro, detti le 3M: MUDA - MURA - MURI.

Muda significa spreco, attività ad assenza di valore; è qualcosa di estremamente negativo che non va nascosto, ma combattuto ed eliminato in maniera sistematica. In altre parole, indica tutte le attività che consumano risorse senza generare valore per il cliente (sia esso interno, la fase successiva del processo, o esterno, chi compra i prodotti dell’azienda). È importante, poi, la distinzione tra muda evidenti, che una volta identificati sono più facili da rimuovere, e muda occulti, che sono più difficili da individuare perché sono collegati al Valore Aggiunto per il cliente e scambiati erroneamente come tale.

I muda vengono divisi in 7 (+1) categorie che sono :

  • Sovrapproduzione, ovvero produrre di più di ciò che serve o in anticipo. Viene considerata la madre di tutti gli sprechi perché essa induce tutti gli altri.
  • Scorte/accumulo di materiale, siano essi MP, SL o PF (il loro costo aumenta andando da sinistra a destra).
  • Trasporti, ovvero lo spostamento di oggetti da un punto ad un altro. Il materiale, oltre a non subire nessun cambiamento, rischia di danneggiarsi.
  • Movimenti delle persone per raggiungere materiali e attrezzature.
  • Attese, ovvero persone o macchine ferme perché in attesa di materiale, di attrezzature, di informazioni.
  • Difetti che comportano rilavorazioni (attività in più non prevista dal ciclo produttivo).
  • Processi inopportuni perché non richiesti o necessari o più precisi del necessario.
  • Creatività, ovvero il fatto di non utilizzare le capacità delle persone. Chi lavora a diretto contatto con il prodotto sa quali sono le problematiche e può avere delle idee per risolverle.

Muri è il termine che indica il sovraccarico delle persone o delle risorse. Spesso si verifica l’eccessivo utilizzo di una risorsa a fronte dell’utilizzo insufficiente di un’altra risorsa. Ciò è il risultato della mancanza di coordinamento nei processi, ciò può essere dovuto ad una pianificazione non adeguata, a problemi di comunicazione, ecc.

Mura è il termine che indica l’irregolarità/variabilità nella produzione, un ritmo di lavoro irregolare che richiede agli operatori prima di affrettarsi e poi di aspettare. In altre parole, è l’alternarsi di Muda e Muri. Tra le principali vi sono la variabilità della domanda, così come la qualità carente o la mancanza di standardizzazione.

Per poter migliorare la produttività, il modo migliore è ridurre ed eliminare le attività non a valore in favore di quelle necessarie a creare valore per il cliente. Per fare ciò, però, è fondamentale individuare e conoscere tutti gli sprechi della propria azienda. Si parla di continua “caccia agli sprechi”. Gli sprechi si verificano in ogni azienda, ma il vero problema è che spesso non vengono riconosciuti come tali. Se una attività non viene considerata a spreco, non verrà mai messa in discussione ed affrontata per trovare delle soluzioni migliorative.